pancotto - Foggia e Dintorni

F&D
Foggia & Dintorni
Title
Vai ai contenuti
Il pancotto foggiano era la cena dei poveri, dei contadini che con il sudore della fronte lavoravano la terra. Fatto con pane raffermo e verdure selvatiche che i contadini raccoglievano mentre lavoravano nei campi, dalla cicoria alla rucola alle cime di rapa. Oggi è, invece, diventato un piatto prelibato spesso servito anche nei migliori ristoranti.

Ecco la ricetta con dosi per 6 persone:

Ingredienti: pane casereccio raffermo 500 g; Patate 1 Kg.; rucola preferibilmente selvatica 500g; cicoria 500 g.; olio extra vergine d'oliva; pepe nero; foglie di alloro; aglio, sale q.b..

Pulire la rucola e la cicoria selezionando le foglie migliori e lavarla accuratamente. Pelare le patate e tagliarle a tocchetti lasciandole a bagno in acqua per evitare che si anneriscano. Tagliare il pane casereccio raffermo a tocchetti assicurandosi che ogni tocchetto abbia la crosta. In una pentola di dimensione capientie mettere a l'acqua, le patate precedentemente tagliate a tocchetti, aglio, alloro, e il sale. Appena l'acqua arriva a bollore buttare nella pentola le verdure e non appena saranno cotte immergere nella pentola il pane raffermo. Dopo due minuti scolare il tutto in un colapasta e riporre il composto in una ciotola abbastanza capiente. A questo punto condire il tutto con olio extra vergine e con il pepe nero.
Torna ai contenuti